Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
This is SunRain Plone Theme
Tu sei qui: Home / proposte di lettura / recensioni / libri consigliati - elenco completo / 2015 / Settembre / Spaghetti cozze e vongole

Spaghetti cozze e vongole

Uno scrittore, con un passato difficile, una ragazza in cerca dell'amore. Si trovano, si lasciano, si ritrovano, in un lieto fine che non è così scontato, in cui il palato gioca un ruolo essenziale.

“Abbiamo intenzione di rivederci io e te?“

“Non ho la presunzione di credere che tu sia l’ennesimo uomo sbagliato. Ammesso poi che ce ne siano stati, di sbagliati...“.

"Spaghetti cozze e vongole" è una storia d’amore che si legge tutta d’un fiato. Uno scrittore, con un passato segnato a fondo dalla separazione dei genitori, che ha da poco vinto un prestigioso premio letterario; una ragazza moderna che ha avuto altre relazioni e che, finalmente, ha potuto comprendere chi cercava. Si trovano, si lasciano, si ritrovano, in un lieto fine che non è così scontato e in cui il seducente piatto del titolo gioca un ruolo essenziale - e un po’ magico - tanto all’inizio che alla fine del libro. Attenzione, però: "Spaghetti cozze e vongole" non è soltanto una storia d’amore. È anche il pretesto, per un attento filosofo dell’essere, per spiegare alcune delle dinamiche dei sentimenti che, in certi momenti della vita, improvvisi ed inconsapevoli, si affacciano, turbinosi, nella vastità dell’animo umano. Con una selezione di ricette di piatti di pesce e crostacei, tratte da “Osterie d’Italia” e una cronologia storico-sociale e bibliografica, a cura di Elisa Azzimondi, intorno all’accoppiata cozze-vongole, che vale assolutamente la pena di leggere.

«Spaghetti, cozze e vongole» di Nicola Lagioia, Slow Food editore.
Prenota sul catalogo LeggerePiace

Davide - bibliotecario
#librodellasettimana

Nicola Lagioia è nato a Bari nel 1973, ha pubblicato nel 2001 il suo primo romanzo "Tre sistemi per sbarazzarsi di Tolstoj (senza risparmiare se stessi)". Per Fazi, nel 2009, pubblica il saggio "Babbo Natale. Ovvero come la Coca Cola ha colonizzato il nostro immaginario collettivo". Per Einaudi pubblica "Occidente per principianti" e "Riportando tutto a casa", con cui si aggiudica il premio Siae, il premio Vittorini, il premio Volponi e il Premio Viareggio 2010 per la narrativa. Ha raggiunto l'apice con la vittoria del Premio Strega 2015, grazie al libro "La ferocia", edito da Einaudi nel 2014.

Share |