Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
This is SunRain Plone Theme

Vinoterapia

La pianta della vite ed il vino sono una miniera di virtù terapeutiche prodigiose. «Non cercate “vinoterapia“ nel dizionario» avvertono gli autori, «l’abbiamo inventata noi».

Tutte le cose che in natura hanno una storia millenaria, quelle che sono frutto della selezione lungo il corso dei secoli, ciò che per ricerca, scoperta o ispirazione è diventato sapere e arte, e che popoli e culture si tramandano per tradizione, racchiudono dei valori assoluti. Il mondo vegetale insegna all’uomo il modo migliore per proteggere il suo corpo. La maggior parte delle piante produce sostanze e rimedi in grado di aiutarlo a difendersi dalle malattie: la scienza copia questi modelli naturali e, spesso, li ripresenta come ritrovati tecnologici. La pianta della vite ed il vino sono l’archetipo di tutto questo: sia la pianta (coeva del frumento e dell’olivo e che per prima fu messa a dimora da Noè, sbarcato dall’arca) che la bevanda, sono una miniera di sostanze che, come ormai riconosce tutta la medicina, possiedono virtù terapeutiche prodigiose. Il vino, conosciuto già 12.000 anni fa dall’uomo preistorico, presenta utilità eccezionali: ha grande azione anti-infettiva e anti-virale, è anti-età, difende la vista, protegge dall’infarto miocardico e dall’osteoporosi; ha azione diuretica, cosmetica, digestiva, anti-allergica e anti-velenifera. Il vino tra mitologia, storia e simbolismo, si identifica, nel miracolo delle nozze di Cana e per il significato assunto nell’Ultima Cena, con il concetto sacro di vita. «Non cercate “vinoterapia“ nel dizionario, l’abbiamo inventata noi» avvertono Mathilde Cathiard-Tomas e Corinne Pezard: un’invenzione da leggere subito per chi voglia stare bene.

«Vinoterapia. In salute con il vino e la vite» di Mathilde Cathiard-Thomas e Corinne Pezard, Ultra editore.
Prenota sul catalogo LeggerePiace.

Davide - bibliotecario
#consiglidilettura

Mathilde Cathiard Thomas, figlia di viticoltori francesi e fondatrice della Caudalie, azienda produttrice di creme e cosmetici di grande successo, tutti a base di uva, vinaccioli e foglie di vite e viene considerata il "pioniere" della Vinoterapia. La ricerca di Mathilde e di suo marito Bertrand parte dai semi dell’ uva, ricchi di polifenoli, ma considerati materia di scarto durante il processo di vinificazione. Nasce da una collaborazione con l’Università di Bordeaux e il suo centro ricerca e arriva alla scoperta delle proprietà anti-radicali dei polifenoli contenuti nei semi dell’ uva. Addirittura, le ricerche affermano che tali proprietà sarebbero più sviluppate ed efficaci di quelle contenute all’interno della vitamina E, da sempre alleata della cosmesi e delle cure del corpo.

Share |