Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
This is SunRain Plone Theme

Arrivederci ragazzi

Nella settimana della Memoria, il personale ricordo di un regista che racconta i suoi anni di scuola e di amicizia. Di Louis Malle, Francia, 1987. #filmdella settimana

Nel gennaio del 1945 Julien Quentin viene mandato nel collegio dei Carmelitani a Fontainebleau, in Francia. Lì, fin da subito, non riesce a stringere rapporti di amicizia con nessuno dei compagni e non vede l'ora di poter ritornare a casa ad abbracciare la madre. Quando arriva, però, il nuovo compagno di classe Jean Bonnet l'allontanamento da casa non sembra poi così terribile. Comincia per i due ragazzi una vita fatta di corse, risate e amicizia fraterna. Qualcosa però nella vita dell'amico non è chiara a Julien, che, frugando nell'armadietto, scopre la sua vera identità. Jean è in realtà un bambino ebreo ospite, sotto falso nome, del collegio.Che deve rimanere, ad ogni costo, nascosto tra di loro.

Vincitore di numerosissimi premi, Arrivederci ragazzi è in assoluto un film da guardare. Per apprezzare la freschezza, l'amicizia e la dolcezza nella barbaria di una guerra senza dio.

 


 

L'autore
Louis Malle
è stato un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico francese. Esponente delle Nouvelle Vague, attento alla qualità formale dell'immagine e alla dimensione figurativa, fu in costante polemica antiborghese.

Share |